mercoledì 15 ottobre 2014

C'era una volta ... Nabla


No, non vi parlerò della storia appassionante di Nabla Cosmetics e di come alcuni giovani ragazzi si siano dati da fare per diventare imprenditori di se stessi fondando il marchio. E nemmeno vi parlerò di come l'eccentrico Mr Daniel Make up, direttore artistico del brand, abbia conquistato i cuori delle sue seguaci presentando in vari video questi prodotti.

Però vi parlerò sicuramente di Nabla, perchè anche se avevo fatto altri acquisti prima d'ora, non ho mai scritto nulla in merito!

Premetto dicendo che TUTTI i prodotti i mio possesso sono stati da me acquistati e non ho avuto agevolazioni di ogni genere e tipo. Non sarei una vera blogger se non lo mettessi come premessa, giusto?

Partiamo con il dire che non posso fare una vera panoramica di Nabla, perchè io in realtà ho acquistato solo ombretti (oltretutto refill) e palette! Ho sentito sempre molto parlare anche degli altri prodotti, ma non ho mai provato nulla.

La cosa che mi sfiziava di più inizialmente è stata la praticità. Cialdine singole da 2,5 grammi totalmente cruelty free e ad alta pigmentazione. Palette magnetiche in cui riporre cotali cialdine e riposizionarle rispetto ai propri gusti.

La palette è simile alle Z palette ma più piccina, ora è uscita anche una versione più grande (da 12 cialde) che mi sono affrettata ad acquistare per la comodità che ho trovato nella precedente.



Sono spesso in viaggio, sia per andare dalla mia famiglia che se devo fare qualche lavoro di make up. Questa palette è piccolina, piatta, leggera in cartone ma resistentissima. Il lato superiore è trasparente e fa vedere nell'immediato il contenuto.

Gli ombretti. Ecco gli ombretti li ho trovati fantastici. Vi dico quali ho e come li uso.
ZOE: della collezione Solaris è un verde chiarissimo duochrome. Ultimamente lo uso per ogni truccopossibile e immaginabile almeno come illuninante nella punta interna dell'occhio vicino al condotto lacrimale. E' versatilissimo, si può applicare sopra a qualsiasi base, anche la più scura, e rende il tutto irridescente e luminoso!

ENTROPY: è un grigio taupe con all'interno un tocco di rosa e un finish totalmente bright. Non ci ho fatto il buco, ma è scavato al centro, ottimo da usare sulla palpebra mobile, Apre lo sguardo anche più addormentato e regala luce luce luce.

TRIBECA: è l'abbinamento perfetto con Entropy, è sempre un marrone, ma più scuro e sempre con un tono di rosa all'interno. Sfumato nella piega dell'occhio (con entrophy sulla palpebra mobile) e tirato verso l'esterno dà una perfetta profondità. E' un pochimo meno luminoso e questo lo rende perfetto da applicare anche sotto la rima inferiori delle ciglia per un occhio che colpisce!

AUROM: é un verde oliva chiarissimo che diventa praticamente un oro dai toni caldi. Carino da stendere sulla palpebra mobile come ombretto illuminante ma andando a "placarlo" un pò sfumando nella piega con toni matt ma sempre caldi. Non mi piace invece sotto la rima inferiore delle ciglia, da un occhio un pò finto e malato.

EXTRAVIRGIN: come da nome un verde oliva, non scurissimo ma sempre bright sui toni caldi.
Mi piace abbinarlo a Aurom, Li trovo perfetti se applicati il primo all'esterno della palpebra mobile e il secondo verso la parte interna della palpebra e nell'angolo dell'occhio.

RUST: questo ombretto è tutto un programma. All'inizio lo odiavo ora lo amo. Ogni volta che lo indossavo o lo usavo su qualcuno, tutti mi hanno sempre chiesto che colore era. E' un color ruggine rame. Ma di una ruggine così luminosa che non ne esistono di tali. Tende ad attirare il rosso, lo adoro sulla palpebra mobile sfumato sia con colori più chiari che più scuri ma sempre matt. Non mi piace assolutamente sotto l'occhio, perchè fa l'effetto "ho appena smesso di piangere" ma contornato con una matita nerissima lo adoro.

Ho altri 4 ombretti di Nabla, ma li ho acquistati da poco assieme alla Liberty twelve e quindi non posso dirvi che utilizzo preferisco ma solo la mia prima impressione basata sui primi utilizzi.
CARAMEL: dopo averne sentito così tanto parlare lo ho preso. E' proprio un color caramello matt. Non credo stia effettivamente bene a tutte. Lo trovo interessante per sfumare, ma ad essere sincera anche sulla palpebra per un trucco easy e veloce.

CITY WOLF: un taupe matt chiaro. Già visto e rivisto, ma sempre un ottimo colore. Mi aspettavo un colore po più intenso, ma per sfumare è ottimo. Polverosetto il ragazzo ... se non si preleva con attenzione è un bel pasticcio.

FOSSIL: altro colore matt. Begiolino, cachina chiara, sabbietta. Lo adoro già! Mi piace tantissimo per sfumare. Sfumo tutto perchè è un neutro.

INTERFERENCE: altro bright. Si può definire questo colore? grigio rosa/azzurrino duochrome? Mi sembra bello alla pari degli altri bright. E' un pò chiaro, da solo si perde. A mio avviso ha un tono anche abbastanza freddo rispetto altri. Ma il colore è molto bello.





Che dire a conclusione di questo papiro, a Nabla sti ombretti gli riescono proprio bene! Sinceramente gli riescono meglio i bright a quel che posso vedere, ma vi aggiornerò anche sui tre matt presi di recente. Sono colori che si fanno notare, sono ingredienti che si fanno notare e sono dettagli che fanno la differenza. Do più volentieri a loro € 6,50 piuttosto che a un qualunque brand della grande distribuzione dai prezzi simili se non più alti.
Dovrebbero distribuire di più ... puntare a negozi fisici dove è possibile toccare con mano. Si, perchè li si venderebbero da soli.
Io personalmente li ho richiesti alla Biofrofumeria di zona!

Se deciderò di acquistare altri prodotti vi faccio un fischio. Intanto se volete, sulla mia pagina Facebook o Instagram troverete alcune foto di make up fatti con questi ombretti.

A presto.


1 commenti:

Posta un commento

Lascia un commento!